Enrico Capodaglio ha scritto Nietzsche e la fenomenologia dell’interminabile (Corbo, 1983), Diciannove novelle sulla bellezza (Transeuropa, 1998), il romanzo Galleria del vento (Istmi, 2001) e Il volto chiaro. Storie critiche del ‘900 italiano (Marsilio, 2004). Ha pubblicato saggi su Platone, Leopardi, Melville, T. Mann, T. Bernhard, V. JankĂ©lĂ©vitch, Y. Bonnefoy, indagando i legami tra filosofia e letteratura. Con la stessa attitudine ha scritto su narratori e poeti del secondo Novecento italiano, collaborando dal 1988 al 2006 a “Strumenti critici” e curando dal 1997 la rivista “Istmi. Tracce di vita letteraria” con Eugenio De Signoribus e Feliciano Paoli.